Home

Spider-man The Movie

Spider-man 2 -IL FENOMENO "SPIDER-MAN"

Spider-man 2 - la storia

Un ragno da Oscar

Spider-man 3



SPIDER-MAN 2

IL FENOMENO "SPIDER-MAN"
di Ian Spelling

Una volta fenomeno, per sempre fenomeno. L'Uomo Ragno lanciò la sua prima ragnatela nel 1962, nel numero finale di Amazing Fantasy. Il Tessiragnatele creato da Stan Lee e Steve Ditko ebbe sui lettori un impatto immediato, tanto che la Marvel Comics ribattezzò la rivista Amazing Spider-Man. L'anno era il 1963, e da allora l'Uomo Ragno è uno dei personaggi dei comics più amati del mondo, il cui nome è familiare perfino a chi non ha mai stretto tra le mani le pagine di un fumetto. Peter Parker/Spider-Man era un tipo qualunque che all'improvviso diventava un eroe, un secchione benedetto/maledetto da straordinari poteri, un ragazzo onesto ispirato dalla saggezza di una semplice frase: da un grande potere derivano grandi responsabilità.

Nei decenni successivi i fan di Spider-Man hanno potuto acquistare giocattoli, videogiochi, action figure, poster, cestini per il pranzo, accessori di ogni tipo, e hanno potuto guardare i cartoni dell'Uomo Ragno a casa, nei loro televisori. Tuttavia, sono dovuti passare quasi quarant'anni prima che qualcuno si decidesse a realizzare un film del Ragno. Successe nel 2002, quando il produttore esecutivo Avi Arad reclutò il regista Sam Raimi - che assegnò le parti di Peter Parker/Spider-Man a Tobey Maguire, di Mary Jane Watson a Kirsten Dunst e di Norman Osborn/Goblin a Willem Dafoe - per portare finalmente Spidey sul grande schermo.

Decenni di attesa, passione e impegno concentrati in un film molto sentito, ben girato e curato dal punto di vista degli effetti speciali, che creò una tempesta perfetta tale da sospingere Spider-Man nel guinness dei primati. Negli Stati Uniti Spider-Man incassò 114,3 milioni di dollari nel primo weekend, per poi guadagnarne più di 820 nel resto del mondo, prima di godere di un secondo successo grazie al mercato home video.

E ora c'è Spider-Man 2, che promette di eguagliare e perfino superare l'acclamato predecessore. Tutti gli interpreti principali sono tornati per il bis: Raimi, Ziskin, Arad, Maguire e Dunst, come pure James Franco (nella parte di Harry Osborn), J.K. Simmons (ossia J. Jonah Jameson, lo spavaldo direttore del Daily Bugle) e Rosemary Harris, ancora una volta nel ruolo di May, l'adorata zietta di Peter. La storia riprende due anni dopo gli eventi di Spider-Man: Peter ha deciso di continuare a indossare i panni dell'Uomo Ragno e conduce ancora una doppia vita: supereroe e studente di college. Ora Mary Jane è per lui solo un'amica che aspira a diventare un'attrice e sta per sposare John Jameson (Daniel Gillies), il figlio astronauta di Jonah. Peter deve ricorrere a tutto il suo autocontrollo per non rivelarle i propri sentimenti. Zia May, rimasta vedova e a corto di denaro dopo la morte di zio Ben, ha davanti a sé un futuro molto incerto.

Nel frattempo, l'odio di Harry per Spider-Man è aumentato e, come se questo non bastasse, il Ragno sta per fare la conoscenza del tentacolare Doc Ock (Alfred Molina), il malvagio alter ego del dottor Otto Octavius, uno scienziato che Peter rispetta moltissimo. Doc Ock è una minaccia per chiunque Peter ami e per qualunque cosa l'eroe rappresenti, e il confronto tra Spidey e Doc Ock sembra inevitabile.

E se qualcuno pensasse che le avventure dell'Uomo Ragno finiranno con i titoli di coda di Spider-Man 2, dovrà ricredersi: la Sony Pictures ha già annunciato che Raimi, Maguire, Dunst, Ziskin e Arad sono pronti per Spider-Man 3, che uscirà il 4 maggio 2007. Il fenomeno continua.

Estratto da SPIDER-MAN 2: LA RIVISTA UFFICIALE (Marvel Miniserie 56)





Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com