Home

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Capitolo 12

Capitolo 13

Capitolo 14

Capitolo 15

Capitolo 16

Capitolo 17

Capitolo 18



STORIA E GLORIA DELLO STUPEFACENTE UOMO RAGNO
OVVERO LE INVEROSIMILI PERIPEZIE DI UN ARRAMPICAMURI DI QUARTIERE
Di Giuseppe Guidi
CAPITOLO NONO: A VOLTE RITORNANO…

PSICOANALISI

Veri trattati di psichiatria sono invece le storie di Spidey dei primi anni '90, i cui autori utilizzano l'arte del fumetto per affrontare argomenti complessi come lo sdoppiamento della personalità, l'io infantile, l'accettazione del mostro che è in noi e il rapporto spesso conflittuale tra genitori e figli. Rari esempi di lucida introspezione sono i racconti che ruotano attorno alle figure di Vermin, l'Avvoltoio, lo stesso Uomo Ragno e, soprattutto, Harry Osborn, che terminerà la sua tragica esistenza consumato dalla follia. Personaggio cardine di questa fase ragnesca è la dottoressa Ashley Kafka, direttrice dell'Istituto Ravencroft per malattie mentali, ovvero un ospedale di massima sicurezza per lo studio e la detenzione di pazzi criminali.Brillante psicanalista di scuola freudiana, la Kafka è, tra gli amici dell'Uomo Ragno, quella che ha più profondamente indagato nella sua psiche, rivelandogli i lati più oscuri della sua complessa personalità. La studiosa entra nella vita del tessiragnatele quando, su segnalazione di Reed Richards, inizia a occuparsi di Vermin, un povero ragazzo di colore trasformato nel corpo e nella mente dalla malvagità del Barone Zemo. Studiando il caso di Vermin, Ashley ha l'occasione di indagare a fondo nella psiche di Peter Parker, facendo venire a galla una dipendenza rimossa verso i genitori scomparsi che nessuno aveva mai intuito. Da quel momento, si occupa dei casi più complessi e mentalmente disgregati del mondo criminale. Tra i suoi pazienti, tutti ospiti del Ravencroft, ricordiamo il secondo Carrion, Shriek, Harry Osborn e lo Sciacallo. Tuttavia, la sua vita professionale non è solo costellata di successi. Due suoi grandi fallimenti, con Carnage e il Camaleonte, hanno convinto il comune di New York a chiudere il Ravencroft lasciando alla dottoressa il ruolo di libera professionista.

LA SAGA DEL CLONE

La metà degli anni '90 si rivela un periodo assai cupo per Peter che, provato da vicende terribili, rinuncia alla sua umanità per liberare la sua natura ragnesca. A intaccare il suo equilibrio psicologico sono due episodi in particolare: il primo è il finto ritorno dei genitori, un piano machiavellico orchestrato dal defunto Harry con la partecipazione del Camaleonte; il secondo è il ritorno del clone di Peter, la copia genetica di Spidey creata dal professor Warren e fino ad allora ritenuta morta.
Con un perverso gioco fatto di menzogne e mezze verità, Warren, anche lui redivivo, instilla nella testa dei due Peter il dubbio su chi possa essere l'originale. Per un breve periodo infatti, il clone, che ora si fa chiamare Ben Reilly (col nome dello zio Ben e il cognome della zia May), prende a tutti gli effetti il posto di Peter nei panni del super aracnide, prima assumendo l'identità di Ragno Rosso, e poi riabbracciando quella dell'Uomo Ragno. Peter, dal canto suo, si trasferisce a Portland, Oregon, con la moglie Mary Jane in attesa di un figlio. Ma la rivoluzione ragnesca è di breve durata, e Peter, dopo aver appurato oltre ogni dubbio di essere l'arrampicamuri originale, torna a volteggiare tra i grattacieli di Manhattan, non prima però di aver assistito alla morte di Ben per mano del primo Goblin, Norman Osborn, tornato clamorosamente sulla scena.

IL RITORNO DI GOBLIN

Era arrivato a uccidere Gwen Stacy per poi morire, almeno apparentemente, trafitto dal suo stesso aliante. E invece Norman Osborn era sopravvissuto. Sorprendentemente, la prodigiosa formula della super forza, creata a suo tempo dal suo ex socio, nonché genio della robotica, Mendel Stromm, gli fornisce anche un fattore di guarigione che lo sottrae alla morte. All'indomani del suo finto funerale, si rifugia in Europa per restarvi cinque anni, tramando alle spalle del suo odiato nemico e orchestrando gli eventi più perniciosi nella vita del tessiragnatele: dalla vicenda del clone alla creazione dello Sciacallo, dalla rianimazione di Stromm al rapimento di zia May e della piccola May, l'enigmatica figlia di Peter e Mary Jane. Tornato negli States, acquisisce la proprietà del Daily Bugle, deciso a trasformare la vita dell'Uomo Ragno in un inferno in terra. Ma la sua brama di potere lo spinge inevitabilmente verso la follia più aberrante e distruttiva. Peter, intanto, promette a Mary Jane di rinunciare per sempre all'identità di Uomo Ragno. Ma, come è noto, il lupo perde il pelo ma non il vizio…

10- continua...


Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com