Home

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Capitolo 12

Capitolo 13

Capitolo 14

Capitolo 15

Capitolo 16

Capitolo 17

Capitolo 18



STORIA E GLORIA DELLO STUPEFACENTE UOMO RAGNO
OVVERO LE INVEROSIMILI PERIPEZIE DI UN ARRAMPICAMURI DI QUARTIERE
Di Giuseppe Guidi
CAPITOLO TERZO: AMORE E ODIO

LE DUE DONNE DEL RAGNO: GWEN STACY E MARY JANE WATSON

Dopo il diploma, Peter si iscrive alla Empire State University di Manhattan, nei pressi del Greenwich Village, e inizia a frequentare i corsi della facoltà di scienze. Nel college conosce, tra gli altri,Harry Osborn, figlio del famigerato Norman, ragazzo insicuro e complessato che in futuro diventerà il suo più grande amico, e la biondissima Gwendolyne Stacy, ex reginetta di bellezza del liceo Standard. Gwen è apparentemente una ragazza fiera e sicura di sé, di carattere forte, ai limiti della presunzione. Oltre tutto è bella e affascinante, con una spiccata femminilità. Sta di fatto che Peter, angustiato dai problemi di salute della zia May, la ignora, scatenandone la reazione piccata. Ma una volta accortosi della ragazza, ne rimane fatalmente attratto. "Gwendy", dopo qualche colorita ripicca, comincia pian piano ad aprirsi, gettandosi alle spalle la maschera di ragazza dura e inflessibile, e rivelando la sua natura dolce e romantica. D'altra parte, il suo interesse per Peter era sempre stato evidente, ma non era mai affiorato per una mera questione d'orgoglio. Il naturale avvicinamento tra i due viene turbato dalla focosa Mary Jane Watson, rossa mozzafiato che irrompe nella scena con la violenza di un tornado, rivoluzionando lo status quo del gruppo di amici e dando adito a brucianti gelosie. Nata a Pittsburgh, Pennsylvania, Mary Jane è la nipote di Anna Watson, vicina di casa dei Parker a Forest Hills. È quasi una ragazzina quando, sbirciando da una finestra della casa della zia, scopre che Peter è l'Uomo Ragno, ma non dà peso alla cosa, preferendo scorrazzare tra discoteche e ragazzi. Figlia di un professore di letteratura ossessionato dall'idea di diventare scrittore, Mary Jane si rifugia dietro una maschera di gioia e frivolezza per allontanare da sé i terribili problemi familiari. Gli esempi della madre e della sorella, entrambe prive di una vita propria a causa dell'opprimente carico familiare, la spingono a rifiutare un solido legame sentimentale.
Tuttavia, le situazioni rosa nel nuovo gruppo di amici costituito da Peter, Flash, Harry, Gwen e Mary Jane si susseguono senza sosta, frenetiche e frizzanti, fino a raggiungere una certa stabilità. Tra Peter e Gwen sboccia un amore grande e travolgente, Mary Jane comincia a far coppia con Harry, e Flash, più tronfio e guascone che mai, va a ingrossare le fila dei soldati americani in Vietnam.

SCHIACCIARE IL RAGNO

Intanto, sul fronte supereroistico, Spidey ha il suo bel daffare per proteggere la sua identità segreta da criminali, giornalisti e criminologi, oltre a combattere vecchi e nuovi nemici decisi a sopraffarlo. Singolare è il caso di Frederick Foswell, giornalista del Bugle nonché boss del crimine conosciuto come Grande Uomo. Smascherato dall'Uomo Ragno e quindi arrestato, Foswell paga fino in fondo il suo debito con la giustizia. Uscito di prigione, torna alla sua attività di giornalista deciso stavolta a rigare dritto. Riassunto da Jameson, sfrutta le sue conoscenze nella mala per ottenere informazioni sul mondo del crimine. Grazie al suo alter ego Patch (il Guercio), si intrufola abilmente negli ambienti più loschi della città per carpire notizie vitali per i suoi articoli e la polizia. Spidey comincia perfino a temere per la sua identità segreta, ipotizzando un nesso tra l'astuto reporter e l'arcinemico Goblin. E i suoi timori si rivelano tutt'altro che infondati. Infatti, pur non essendo legato al folletto verde, Foswell comincia a indagare su Peter, incuriosito dall'estrema facilità del ragazzo a procurarsi le foto dell'Uomo Ragno. Nello spazio di pochi mesi, l'ambizioso giornalista scopre il vero rapporto tra Parker e il Tessiragnatele, e solo un astuto stratagemma del nostro eroe riesce a convincerlo di aver preso un granchio.
Meglio di Foswell, fa sicuramente Goblin, sempre più mortale e schizoide. Dopo esser stato più volte ostacolato da Spidey nel suo piano di assumere il comando del crimine organizzato di New York, Osborn mette in pratica la sua vendetta. Grazie al suo genio perverso, idea un gas capace di indebolire il senso di ragno dell'Arrampicamuri per poi catturarlo e smascherarlo. Al termine della violenta battaglia che ne scaturisce, Osborn perde la memoria, dimenticandosi momentaneamente dei suoi fieri propositi di rivalsa. Tuttavia, la sua amnesia si rivela fluttuante, e periodicamente torna ad essere Goblin per insidiare seriamente la sua nemesi ragnesca.
Altro personaggio interessato all'identità dell'Uomo Ragno, ma per tutt'altri motivi rispetto a Osborn, è il capitano George Stacy. Ufficiale di polizia in pensione e padre della bellissima Gwen, Stacy mostra subito uno spiccato interesse per la figura del Tessiragnatele, da lui ritenuto un personaggio positivo e affascinante, al contrario di molti suoi autorevoli colleghi, fin troppo influenzati dagli editoriali di Jameson. E proprio per rompere questo muro di incomprensione e di ostracismo nei confronti dell'Arrampicamuri, Stacy ne studia le imprese con minuzia da detective e spende ogni sua energia per dipanarne il mistero. Arriva prontamente a intuire il forte legame tra Spidey e Peter, subito dopo aver conosciuto il ragazzo. Da allora in poi, inizia una sorta di partita a scacchi tra l'anziano capitano e il giovane fotografo, in cui ogni mossa viene debitamente vagliata e soppesata, e la posta in gioco è l'identità segreta dell'Uomo Ragno. Peter, conscio della grande arguzia dell'ex detective, cerca inutilmente di depistarlo, portandolo a conclusioni sbagliate, o quantomeno il più lontano possibili dalla realtà. Incalzato da Stacy per le sue continue sparizioni in occasione delle sue battaglie nei panni di Spidey, Parker adduce giustificazioni acrobatiche e non sempre convincenti.
Per confrontare le sue teorie sull'Arrampicamuri, il sagace criminologo inizia a frequentare il capocronaca di colore del Bugle, Joe "Robbie" Robertson. Anche Robbie si interessa alla vicenda ragnesca per ragioni professionali ma, come Stacy, nutre una forte simpatia per il Tessiragnatele. Entrambi sospettano che sia un incompreso, mosso probabilmente da un obbligo interiore per qualcosa accadutogli in passato.
Grazie al suo intuito e ai numerosi indizi raccolti, Stacy riesce alfine a scoprire il segreto di Peter, rivelandogli però di conoscerlo solo in punto di morte.
Intanto, il parco dei supercriminali si gloria di nuove presenze, quali il poderoso Rhino, il micidiale Shocker e il potentissimo Kingpin, alias Wilson Fisk, futuro imperatore del crimine. Sfruttando un temporaneo ritiro dalle scene dell'Uomo Ragno, Kingpin decide di attuare l'ambizioso piano di unire tutte le bande criminali di New York sotto il suo comando per competere ad armi pari con il Maggia (la mafia della Marvel). Già prima di lui, altri illustri criminali avevano tentato un'impresa simile, senza peraltro approdare a nulla. Ricordiamo il Grande Uomo, il Signore del Crimine e Goblin. Tuttavia, anche Kingpin si vede costretto ad abbandonare temporaneamente i suoi loschi progetti per la tenace opposizione di Spidey.

3- continua...


Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com