Home

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Capitolo 12

Capitolo 13

Capitolo 14

Capitolo 15

Capitolo 16

Capitolo 17

Capitolo 18



Ragno solitario
Dalle vicissitudini familiari alla tragedia delle Torri Gemelle 2000-2001
Di Giuseppe Guidi

Mary Jane addio?

Alla scomparsa di Mary Jane, apparentemente morta in un incidente aereo, fa seguito per Peter una serie impressionante di sciagure. Il giovane viene licenziato dalla Tri Corp e il manager di Mary Jane svuota i suoi conti bancari facendo perdere le proprie tracce. Ciò costringe Peter ad abbandonare l’attico sulla Quinta Avenue e a traslocare in una modesta pensione del West Side. Inoltre l’editore Jameson, minacciato dal criminale Alistaire Smythe, cambia politica editoriale e smette di occuparsi dell’Uomo Ragno sul Daily Bugle. Non potendo più vendere le foto di Spider-Man, Peter si ritrova a fare il lavapiatti presso una tavola calda di Midtown. Ma i soldi non bastano. Sfrattato dalla pensione, l’Arrampicamuri si riduce a dormire per strada, come un barbone (l’orgoglio gli vieta di tornare nella casa della zia May a Forest Hills, nel Qeens). Fortunatamente giunge in suo aiuto l’amico Randy Robertson, che gli propone di dividere l’affitto del proprio appartamento di Alphabet City, nell’East Side di Manhattan. Sventata la minaccia di Smythe, Peter riprende a lavorare per il Bugle. Sul fronte supercriminali, registriamo il prepotente ritorno di Goblin, prima nei panni di un costrutto organico da laboratorio, poi nelle inquietanti vesti del folletto originale. Il farneticante Norman Osborn orchestra un malefico piano per tramandare la sua eredità a Peter, a suo avviso adatto a proteggere il nipote Normie e a portare avanti la tradizione degli Osborn. Il perfido folletto, tuttavia, sottovaluta la forza di volontà di Peter, che si ribella e respinge la diabolica offerta. Uscito di scena Goblin, ricompare Mary Jane! La donna era stata rapita da un molestatore prima del suo imbarco aereo e costretta a vivere in stato di detenzione per alcuni mesi. L’enigmatico individuo è in realtà un sensitivo che si impossessa dei ricordi e delle emozioni di Peter, innamorandosi inevitabilmente di Mary Jane. I suoi intenti criminali contrastano però con i valori positivi di Spidey e questa lacerazione interiore lo condurrà alla morte. Il ritorno di Mary Jane non risolve i problemi della coppia, troppo condizionata dall’ingombrante figura dell’Uomo Ragno. I due decidono quindi di prendersi una pausa di riflessione. Mary Jane si trasferisce in California, mentre Peter cambia di nuovo appartamento, trasferendosi a Downtown alla ricerca di una maggiore serenità. Per quel che riguarda la vita editoriale del personaggio, la testata Spider-Man viene affidata allo scrittore gallese Paul Jenkins e al disegnatore inglese Mark Buckingham. Jenkins si distingue subito per storie intimiste e crepuscolari, seppur ricche di spunti umoristici, che affondano il bisturi nell’animo dei personaggi. L’ammiraglia The Amazing Spider-Man passa a Joseph Michael Straczynski, già scrittore di Rising Stars e Midnight Nation per la Top Cow e autore della serie televisiva di fantascienza Babylon 5. Affiancato dall’inossidabile John Romita Jr., Straczynski realizza trame estreme e concitate, ricche di azione e pathos. La sua rievocazione del dramma delle Torri Gemelle (Amazing 36, dicembre 2001, in pubblicazione sul diciannovesimo volume di questa collana), scritta tutta d’un fiato nello spazio di una notte, è già entrata di diritto nella storia del fumetto. Tra le nuove serie, da citare Webspinners (gennaio 1999) e Tangled Web of Spider-Man (giugno 2001). Con Straczynski, Peter diventa insegnante di Scienze nel suo vecchio liceo del Queens, la Midtown High School, e incontra il misterioso Ezekiel Sims, apparentemente dotato dei suoi stessi poteri e latore di un inquietante quesito sulle sue origini: sono state le radiazioni a permettere al ragno di conferire i poteri a Peter o è stato il ragno che ha cercato di conferirgli i poteri prima di essere ucciso dalle radiazioni stesse? Vengono prima le radiazioni o viene prima il potere? Inoltre, avverte Spidey della terribile minaccia di Morlun il vampiro, un essere antichissimo che si nutre di energia vitale. L’affiatamento tra il Tessiragnatele ed Ezekiel ricorda a tratti il rapporto tra Peter e zio Ben e la loro collaborazione porterà, dopo molto penare, alla raccapricciante distruzione del vampiro. Intanto zia May scopre casualmente che suo nipote è Spider-Man!

Quel giorno a Manhattan

New York, 11 settembre 2001. L’attacco alle Torri Gemelle. La macabra mutilazione di Manhattan e dell’animo umano. Il male si impossessa di alcuni aerei di linea e li scaglia come proiettili impazziti contro i simboli della potenza americana. L’orrore si confonde con l’eroismo. Spidey, inizialmente stordito dall’immane tragedia, è in prima linea per aiutare la polizia e i vigili del fuoco a sgomberare le macerie. Svestendo i panni del supereroe, è un cittadino di Manhattan, agghiacciato e frustrato per non aver saputo evitare il disastro. Mentre la pietosa opera di soccorso procede, la sua mente si affolla di pensieri di ogni sorta. C’è rabbia, dolore, orrore, raccapriccio. Ma anche autocritica. Tragedie di questa portata sono altresì il frutto delle ingiustizie subite da altri popoli, gente cresciuta nell’odio e nella povertà, colpevolmente abbandonata nelle mani di governi terroristi. La “lotta al terrore” esige tuttavia coraggio e determinazione, e il primo passo è quello di rialzarsi al più presto, di non piegarsi mai alle avversità, per quanto atroci e ripugnanti.

La stirpe del Ragno

Parallelamente alle serie principali, nell’ottobre 1998 e nell’ottobre 2000 nascono due nuove testate legate al mondo dell’Arrampicamuri: Spider-Girl e Ultimate Spider-Man. La prima, curata da Tom DeFalco e Pat Olliffe, narra le vicende di May Parker, figlia di Peter Parker e Mary Jane Watson in un futuro alternativo. Nella sua realtà l’ultima battaglia tra l’Uomo Ragno e Goblin ha sortito un esito devastante: il folletto è morto e Spidey ha perso la gamba destra. Peter si è quindi ritirato dalla scena e ha iniziato a lavorare come tecnico di laboratorio al Dipartimento di polizia di New York City. La famiglia si è trasferita nella casa di zia May, a Forest Hills, e la ragazza è cresciuta senza sapere nulla del passato del padre. Poi, un giorno, scopre di essere una mutante e di avere ereditato dei poteri ragneschi che le consentiranno di diventare Spider-Girl. L’Ultimate Spider-Man di Brian Michael Bendis e Mark Bagley propone invece un Peter Parker quindicenne, goffo e impacciato, le cui storie si svolgono in un nuovo Universo Marvel ambientato nel presente. Continuamente dileggiato dai compagni di scuola, il ragazzo trova rifugio nei libri e nelle dolci attenzioni che gli riserva Mary Jane. Peter vive nel Queens insieme a zia May e a zio Ben, l’una appassionata di Internet, l’altro ex hippy sessantottino con la coda di cavallo. Acquisisce i suoi spettacolari poteri per via del morso di un ragno da laboratorio a cui è stato iniettato il composto sintetico Oz, droga elaborata dalle Osborn Industries, di proprietà dell’imprenditore Norman Osborn… E la storia si ripete.

16- continua...



Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com