Home

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Capitolo 12

Capitolo 13

Capitolo 14

Capitolo 15

Capitolo 16

Capitolo 17

Capitolo 18



Sussulti di fine secolo
Dal ritorno di zia May alla scomparsa di Mary Jane 1998-1999
Di Giuseppe Guidi

La fine dell’Uomo Ragno

Subito dopo la sua imprevista resurrezione, Norman Osborn, alias Goblin, si adopera in tutti i modi per riabilitare il suo nome. Produce delle prove per dimostrare di non essere il perfido Folletto Verde e usa il ricatto per acquisire una quota di controllo del Daily Bugle. Inoltre, spinge l'Uomo Ragno ad aggredirlo, filmando tutta la scena per poi consegnare il video ai media. Pochi giorni dopo un furfante di nome Joey Z viene trovato morto, soffocato da una sostanza simile al fluido di ragnatela. Attraverso il Daily Bugle Osborn promette una ricompensa di cinque milioni di dollari per la cattura dell'Uomo Ragno. Con tutti i cacciatori di taglie del mondo pronti a braccarlo, Peter Parker ha urgente bisogno di una nuova identità segreta. In passato altri eroi mascherati avevano temporaneamente assunto nuove identità, ma erano sempre stati smascherati. Per evitare problemi Spidey decide di adottarne più di una, ognuna delle quali avrebbe rispecchiato lati del suo carattere. Con l'aiuto degli amici e di Mary Jane, Peter sforna così quattro nuovi volti: quelli del Calabrone Rosso, di Ricochet, di Dusk e di Prodigy. Usando le quattro nuove identità, Spider-Man riesce a smascherare il vero assassino di Joey Z, il criminale Trapster. Prosciolto da ogni accusa, Peter torna a vestire i panni dell’Uomo Ragno, lasciando le quattro incarnazioni a un nuovo gruppo di supereroi, gli Slingers. Oltre a Norman Osborn, c’è un altro ritorno nella vita dell’Uomo Ragno, quello di Kraven. Non si tratta dell’ennesima resurrezione di un nemico defunto, ma del figlio del temibile cacciatore: Alyosha Kravinoff. In passato anche il fratellastro di quest’ultimo, Vladimir, aveva assunto l’identità paterna, prendendo il nome di Tetro Cacciatore, ma venne ben presto ucciso da Kaine, il clone assassino di Peter Parker. Tra le tante ombre inquietanti che incombono sulla testa di Spidey, una luce radiosa torna sorprendentemente ad accendersi. Tra lo stupore generale, riecco zia May! Anche in questo caso non si tratta di un miracoloso ritorno dall’oltretomba. May, creduta morta per malattia, era stata in realtà rapita da Norman Osborn e sostituita da un’attrice malata di cancro, geneticamente modificata al punto da essere identica all’originale. Pazzo di gioia per aver ritrovato la zia, Peter promette a Mary Jane di rinunciare per sempre all'identità di Uomo Ragno per poter finalmente condurre una vita normale. Com’è noto, però, il lupo perde il pelo, ma non il vizio…

Rilancio in grande stile

Nel gennaio 1999 The Amazing Spider-Man e Spider-Man vengono azzerate e fatte ripartire dal numero 1 con l’intento di mettere una pietra sopra la Saga del clone e a tutti gli escamotage narrativi che avevano reso difficile la comprensione delle storie. Contemporaneamente vengono cancellate The Sensational Spider-Man e The Spectacular Spider-Man. La fase di rilancio del personaggio prevede anche una rivisitazione moderna delle sue origini, affidata a John Byrne e presentata nella maxiserie Spider-Man: Chapter One. Sia Amazing che Spider-Man vengono affidate a Howard Mackie, con lo stesso Byrne su ASM e John Romita Jr. su Spider-Man alle matite. Il nuovo corso si apre con Peter che viene assunto in qualità di ricercatore scientifico alla Tri Corp Research Foundation. Mary Jane, dal canto suo, riprende a tempo pieno l’attività di top model e la coppia si trasferisce, con zia May, in un lussuoso attico sulla Quinta Avenue di Manhattan. Intanto fa la sua comparsa in città un nuovo Uomo Ragno, balzato sulla scena per supplire all’assenza del primo. In realtà si tratta di Martha Franklin, adolescente che riceve un grande potere dalla Riunione dei cinque, una cerimonia mistico-esoterica organizzata da Norman Osborn per accrescere la propria forza. Il destino riserva a Norman la pazzia, mentre premia Martha con dei poteri che le permetteranno in seguito di diventare la terza Donna Ragno. Ciò spinge Peter a rientrare in scena nei panni di Spidey, assillato anche dal misterioso caso del senatore Stewart Ward e dalle minacce di Venom, unitosi ora ai Sinistri Sei. Ward, candidato alle presidenziali, si rivela ben presto un pericolo per l’umanità in quanto portatore di un virus patogeno extraterrestre in grado di debellare la vita sulla Terra. Grazie soprattutto all’aiuto di Arthur Stacy e del terrorista Ranger, ex colleghi di Ward nei servizi segreti USA, Spider-Man riesce a scongiurare il contagio. Arthur, zio di Gwen, tornato a New York dopo aver trascorso qualche anno a Londra per lavoro. instaura subito un buon rapporto con Peter e il suo alter ego, l’Uomo Ragno, nonostante i fatti dimostrino una parziale responsabilità del Tessiragnatele per le morti della nipote e del fratello George. Insieme a lui vivono i figli Paul e Jill, tanto introverso e scorbutico il primo, quanto graziosa e socievole la seconda. Jill fa subito amicizia con Mary Jane e cerca di aiutarla a recuperare il suo precario rapporto con Peter. I due infatti non riescono più a dialogare, sempre più presi dai reciproci impegni e frenati da segreti sottaciuti. Peter torna a vestire i panni di Spidey senza dire una parola alla moglie, mentre Mary Jane viene molestata telefonicamente da un individuo misterioso che giunge addirittura ad attentare alla sua vita. Anche MJ preferisce non confidarsi con il partner, per paura che torni a fare il supereroe… Dopo l’ennesima incomprensione, Mary Jane parte per una sfilata di moda a Latveria. Il suo aereo esplode in volo per via di un attentato orchestrato dal suo persecutore.

Spider Records

La popolarità che l’Uomo Ragno si è saputo guadagnare negli anni ha spinto varie etichette discografiche a produrre una buona quantità di materiale sonoro sul personaggio. A fare la parte del leone sono gli album musicali, a partire da Spider-Man (con cover di Steve Ditko) del jazz man Freddie McCoy, datato 1966 e pubblicato dalla Prestige Records: una raccolta di sei brani strumentali di cui uno dedicato all’Arrampicamuri. Nel 1972 è la volta di The Amazing Spider-Man “A Rockomic”: From Beyond a Grave, disco-culto edito dalla mitica etichetta Buddah Records, nota per i suoi dischi pop-rock. I quattro brani, eseguiti dagli Webspinners, sono intervallati da storie originali del personaggio interpretate da attori. Ma il pezzo forte dell’album sono i disegni del grande John Romita a sostegno delle storie presenti. Il 1976 è l’anno di Spider-Man: Reflections of a Super-Hero, raccolta di dodici brani della Lifesong Records cantati da Marty Nelson, intervallati dalla voce narrante di Stan Lee. Una delle gemme della produzione sonora di Spidey è sicuramente il CD The Amazing Spider-Man, con cover di Todd McFarlane, prodotto e interpretato da Brian May, il chitarrista dei Queen.

15- continua...



Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com