Home

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Capitolo 12

Capitolo 13

Capitolo 14

Capitolo 15

Capitolo 16

Capitolo 17

Capitolo 18



A volte ritornano
Il clamoroso ritorno del primo Goblin e la morte di Ben Reilly 1996-1997
Di Giuseppe Guidi

L’atroce beffa di Goblin

Era arrivato a uccidere Gwen Stacy, la bella fidanzata di Peter Parker, per poi morire, almeno apparentemente, trafitto dal suo stesso aliante. E invece Norman Osborn, il primo Goblin, è sopravvissuto! Sorprendentemente, la prodigiosa formula della superforza, creata a suo tempo dal suo ex socio, nonché genio della robotica, Mendel Stromm, gli fornisce anche un fattore di guarigione che lo sottrae alla morte. All’indomani del suo finto funerale, si rifugia in Europa per restarvi cinque anni, diventando il leader della setta degli Scrier (società segreta consacrata a una divinità leggendaria), tramando alle spalle del suo odiato nemico e orchestrando gli eventi più perniciosi nella vita del Tessiragnatele: dalla vicenda del clone alla creazione dello Sciacallo, dalla rianimazione di Stromm al rapimento della piccola May, la figlia di Peter e Mary Jane. Emblematico, quest’ultimo caso: saputo della gravidanza di Mary Jane, Osborn dà ordine a una sua dipendente, Alison Mongrain, di controllare ogni sua mossa. Una volta in sala parto, Alison si appropria di un fardello che dovrebbe contenere la neonata. Ma i dubbi sul destino della piccola restano: è stata effettivamente rapita o è nata già morta, come riporta il referto medico ufficiale? Intanto Norman torna negli States e acquisisce la proprietà del Daily Bugle, deciso a trasformare la vita dell'Uomo Ragno in un inferno in Terra. La sua prima mossa è quella di uccidere Ben Reilly, il clone di Peter, nel corso di una violenta battaglia (Spider-Man 75, 12/1996). Ben è infatti tornato da poco a New York, richiamato dalla malattia di zia May, dopo aver vagato per anni senza meta per tutto il paese. Dopo aver assunto l’identità di Ragno Rosso e aver più volte collaborato con i New Warriors, Ben indossa nuovamente i panni dell’Uomo Ragno, in virtù della rinuncia di Peter per l’imminente nascita della figlia. A scandire il passo delle avventure del nuovo, “sensazionale” Tessiragnatele, è la testata The Sensational Spider-Man (01/1996), affidata inizialmente a Dan Jurgens, l’autore passato alla cronaca per aver “ucciso” Superman! Jurgens crea un nuovo cast di personaggi e delinea un nuovo costume per l’Arrampicamuri. Ben trova presto lavoro (barman in un caffè) e cambia look, diventando biondo. Purtroppo il destino gli è avverso e l’ultima battaglia con Goblin segna la sua fine. Tra gli altri episodi degni di nota, segnaliamo un bel ciclo dello scrittore Howard Mackie sulla testata Spider-Man, una sequela di avventure noir ambientate nel mondo della mala impreziosite dalle matite dell’ottimo John Romita Jr.

Gli amori di Ben Reilly

L’incredibile Saga del clone, oltre ad aver rivoluzionato lo status quo del mondo ragnesco, ha contribuito ad alimentare e rigenerare la cronaca rosa delle varie testate aracnidi. E questo grazie a Ben Reilly, nuovo Arrampicamuri di quartiere (fino alla sua prematura morte), dotato di un forte ascendente sulle donne. Infatti, nonostante i cinque anni di doloroso esilio da New York, Ben ha il merito di far breccia nel cuore di numerose ragazze, irrimediabilmente attratte dal suo alone di mistero. Ma procediamo con ordine. Consapevole di essere un clone di Peter Parker, Ben abbandona New York per vagare senza meta on the road. Durante una sosta a Salt Lake City, nello Utah, conosce Janine Godbe, una bella cameriera dai capelli rossi molto simile a Mary Jane, ma di carattere più mite. Tra i due nasce subito un amore intenso, coinvolgente, trascinante. Grazie a Janine, Ben dimentica le sue angosce e riscopre le gioie della vita. Ma la ragazza nasconde un terribile segreto. Il suo vero nome è Elizabeth Tyne ed è ricercata dalla polizia per aver ucciso il padre che abusava di lei. Ben le rivela il suo segreto e le propone di fuggire insieme a lui. I due si stabiliscono a Santa Cruz, in California, illudendosi di poter vivere serenamente la loro storia d’amore. Ma il destino è loro avverso. Kaine, un altro clone di Spidey, rapisce Janine costringendola a un finto suicidio. In cambio promette alla ragazza di non denunciarla alla polizia. Kaine, per colpa delle bugie dello Sciacallo, è convinto che Ben sia l’Uomo Ragno originale e Peter il suo clone. Il suo scopo è quindi quello di far soffrire Ben, reo di aver causato la sua nascita e, quindi, la sua infelicità. Janine accetta a malincuore di sparire dalla circolazione, gettando Ben nello sconforto. Tuttavia, quando Reilly torna a New York, Kaine richiama Janine per ultimare la sua vendetta. Alla fine di una drammatica sequenza di avvenimenti, Kaine e Janine decidono di costituirsi per trovare finalmente la pace interiore. Dopo Janine è il turno di Gabrielle Greer, una simpatica brunetta che alloggia nella stessa pensione di Ben. La lista si allunga con la bionda Carrie Bradley, alla quale il lavoro non manca. Agente di borsa e istruttrice di arti marziali, Carrie appare fin dall’inizio come una ragazza troppo quadrata e giudiziosa per un tipo dispersivo e inaffidabile come il neo Tessiragnatele. Le ultime vicende sentimentali di Ben sono legate a due studentesse universitarie: Desiree Winthrop e Jessica Carradine. La prima studia moda, viaggia in limousine ed è sempre circondata da frotte di ragazzi. Jessica è nientemeno che la figlia del ladro che uccise lo zio Ben. Appassionata di arte e fotografia, nutre un odio profondo per l’Uomo Ragno, reo secondo lei di aver ingiustamente accusato il padre di omicidio e di averlo successivamente ucciso. Ironia della sorte, si innamora di Ben, finendo poi per fotografarlo nei panni dell’Uomo Ragno. Dopo aver pensato di rivelarne l’identità, scopre il lato eroico del Tessiragnatele e decide di rivedere le sue convinzioni. Evita quindi di denunciarlo e sparisce definitivamente di scena.

Spider novels and cards

Gli anni Novanta vedono un rinnovato interesse per il collezionismo supereroistico in genere. Si va dalle copertine prismatiche dei comic books alle trading cards, dalle spille alle action figures, senza dimenticare il materiale audiovisivo (CD, serie animate) e i romanzi. Riguardo quest’ultimi, già dal 1970 per i fan più esigenti la Marvel vende i diritti alla Pocket Books per la pubblicazione di undici romanzi (novels) incentrati sui suoi personaggi di punta. Il nostro Spidey è protagonista di tre volumi della collana, accanto a Kingpin, il Dottor Octopus e l’incredibile Hulk. Dal 1994 al 2000 la Barkley Boulevard Books in coproduzione con la Byron Preiss pubblica una serie di cinquantadue volumi sui personaggi Marvel, di cui quarantacinque romanzi e sette antologie. L’Arrampicamuri è questa volta presente con ben undici romanzi a lui dedicati. Passando alle card, la prima serie da collezione incentrata su Spidey risale al 1989 ed è un omaggio al disegnatore ragnesco del momento, Todd McFarlane. La stessa azienda, la Comic Images, continua a pubblicare card dell’Uomo Ragno fino al 1992. Dal 1994 la produzione passa alla Fleer Corporation e fino al 1997 le iniziative si sprecano. Nelle varie serie sono presenti card speciali, ovvero prismatiche, cromate, dorate, firmate, stampate su cartoncino telato, olografiche, ecc. Insomma, un carosello di effetti e colori per eccitare e divertire l’occhio insaziabile dei fan.

14- continua...



Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com