Home

Io Sono l'Uomo Ragno

Spidey & i Nuovi Vendicatori

Il mondo dell'Uomo Ragno

Spidey Story

l'Uomo Ragno

Gli Amici

I Nemici

Le Donne Ragno

I Grandi Ragno-autori

Web-archives

Spider-man al cinema

Ultimate Spider-Man

I tanti volti del Ragno

Spider-Girl

I Ragno-Poster!

Marvel Comics Story

Spider Mail




Il personaggio ha esordito sulle pagine di "What if...?" (vol.2) #105, di Tom DeFalco, Ron Frenz e Bill Sinkiewitcz (in Italia su "L'Uomo Ragno" #274 - Marvel Italia), ma l'albo ha avuto talmente successo da essere immediatamente ristampato come "Spider-Girl" #0 e da fornire l'idea di base per l'MC2, progetto di cui la serie regolare di "Spider-Girl", scritta sempre da DeFalco, ma disegnata da Pat Oliffe e inchiostrata da Al Williamson (presentata regolarmente su "L'Uomo Ragno" dal #275 in poi - Marvel Italia), è la vera colonna portante.

Uno dei pregi della serie, oltre che presentarci storie ben scritte, ben disegnate ed appassionanti, è di essere una vera e propria "finestra" su un futuro Marvel che, pur non essendo ufficiale, sembra quasi "vero", con personaggi ottimamente caratterizzati e che hanno subito un evoluzione logica e credibile. Sulle pagine di "Spider-Girl", infatti, abbiamo conosciuto i Fantastici Cinque, i Nuovi Vendicatori o Darkdevil e ci siamo divertiti a scoprire le versioni "invecchiate" di Kingpin (che controlla le sue innumerevoli attività criminali dall'interno di un carcere: forse sarà un pentito...), Phil Urich (il Goblin buono, mentore della nostra eroina) o Flash Thompson (cicciottello allenatore della squadra femminile di basket), senza dimenticare i "nuovi" Peter & Mary Jane: una coppia sempre più matura, affiatata, quasi in simbiosi, che però deve fare i conti col passare degli anni e, allo stesso tempo, col passato che prepotentemente sembra riemerge. E "Spider-Girl" ed i suoi autori danno il meglio di se proprio in questo senso, grazie all'incredibile caratterizzazione dei personaggi e delle dinamiche interne di una famiglia, con atteggiamenti, situazioni e reazioni assolutamente realistiche e coinvolgenti, sia dal punto di vista dei dialoghi che dei disegni, con primi piani molto azzeccati e figure dalla gestualità davvero espressiva.

Al centro di "Spider-Girl", in ultima analisi, non ci sono i poteri e gli scontri con i super-criminali di turno, non c'è la corsa all'avvenimento sensazionale, né la ricerca di disegni e colorazione "iper-cool". Il fulcro della serie è l'adolescenza, analizzata attraverso la figura di May, una sedicenne combattuta tra tensioni e segreti che la allontanano dai genitori, primi amori e conflitti interiori. Come il mondo cambia attorno alle persone durante il periodo più importante della loro vita (l'adolescenza, per l'appunto), così si modifica la vita di May alla scoperta dei suoi strabilianti poteri e delle responsabilità che comportano. Improvvisamente sono nuovi il suo atteggiamento, il suo corpo, il suo rapporto con i genitori, con i ragazzi, con gli amici, con i compagni di scuola, con lo sport, con lo studio. Tutto è più importante ed allo stesso tempo difficile e nulla sembra (è?) più uguale a prima, secondo una parabola assolutamente naturale. "Spider-Girl" e tutte le trasformazioni che questa nuova identità comportano per May, perciò, sono come una sorta di lente deformante, che amplifica ed esaspera i tratti generali dell'adolescenza, mostrandoci gli sconvolgimenti che porta nella vita di una teen-ager e delle persone che le vivono accanto.

...Precedente                                                                                     Continua...
 


Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com