Home

I Cavalieri che fecero l'impresa

Davide e Golia

Quando il Ragno non c’è

Fumetti per tutti

Ragno Vendicatore

Tutte pazze per spidey

Avversari sinistri

Marvel Horror!

Gatta nera, Ragno bianco

Spider-man and friends

I grandi classici di Spider-Man

Dal Canada con furore

Viaggio nel fantastico

I primi passi

DEDICATO AD ANDREA CORNO (1937-2007)

Il ’68 di Spider-Man

Il ritorno della Donna Ragno

Elegia

L'amichevole Uomo Ragno di quartiere

Spider-Man: Amazing Spider-Man 50

Spider-Man: Ups and Downs

Excelsior!

Spider-Man India!

Spider-Man Collection

400 Ma non li dimostra

The Manhattan Project

Spidey Made In Italy!

LA New York di Peter Parker

The Spectacular Spider-Man

The Amazing Spider-Man

L'arrampica-
muri più venduto del mondo


L'Uomo Ragno in pillole

Di tutto un po'

L'Uomo Ragno su MTV





EXCELSIOR!
Vita, imprese e tribolazioni di Stan Lee, un mito dei nostri giorni! a cura del "Gioviale" Giuseppe Guidi

  1. Infanzia e adolescenza di Stanley Martin Lieber
  2. La Golden Age
  3. La crisi degli anni 50
  4. La nascita della Marvel
  5. La creazione di un mito
  6. L'esperienza West Coast


La creazione di un mito

La Marvel diventa un punto di riferimento degli appassionati di fumetti degli anni 60 per diverse ragioni. Tra le più importanti, la maggiore libertà creativa data agli artisti (Jack Kirby e Steve Ditko in testa), la fusione di più generi nelle storie (il romance, l'umoristico, l'avventuroso e il fantasy), i dialoghi freschi e frizzanti di Stan Lee e il suo modo di rapportarsi con i lettori, sempre con toni amichevoli e confidenziali. Stan dà del tu al lettore e lo rende complice dei suoi intrighi narrativi. Conia anche delle espressioni a effetto che derivano in gran parte dal gergo militare acquisito durante il suo periodo di leva: True Believers ("veri credenti"), Face Front! (una specie di opposto di "dietrofront"), 'Nuff Said ("altro non occorre dire") ed Excelsior, il saluto dello stato di New York. I lettori rispondono con entusiasmo e ripagano le simpatiche e accattivanti lusinghe di Lee acquistando gli albi e creando fanzine sul mondo Marvel. Nello sforzo di acquisire sempre più pubblico dalla sua parte, la Casa delle Idee crea un club ufficiale, la Merry Marvel Marching Society (M.M.M.S.), rimpiazzato dal Friends Of Old Marvel (FOOM) nella metà degli anni 70. Club Marvel nascono in quasi tutte le università americane, a dimostrazione della grande presa dei "supereroi con superproblemi" tra i giovani. Lee comincia a girare l'America tenendo discorsi e conferenze nei college per confrontarsi con i suoi fan. Dopo i Fantastici Quattro, Lee, Kirby e Ditko danno vita a una serie di eroi destinata a illuminare permanentemente il firmamento dei comics. Il successo della nuova formula viene immediatamente replicato e sfruttato a dovere. Tra il 1962 e il 1965 vedono la luce Ant-Man, Hulk, l'Uomo Ragno, Thor, Iron-Man, il Dottor Strange, gli X-Men, i Vendicatori, Devil (insieme a Bill Everett) e Nick Fury, oltre al rilancio di due vecchie glorie della Golden Age, Capitan America e Sub-Mariner.

Nel 1968 Martin Goodman vende la Marvel alla Cadence Industries (ex Perfect Film and Chemical Corporation). Nel 1972, con il contratto di Lee in scadenza, Goodman, ancora alla guida della Marvel, pone il figlio Chip a capo della casa editrice. Lee, deluso dalla mossa, medita di licenziarsi. I dirigenti della Cadence, tuttavia, risolvono la questione con una scelta ben precisa: Stan viene nominato editore (publisher) della Marvel e le sue funzioni vertono soprattutto sull'espansione dei personaggi Marvel in altri campi mediatici. Chip viene rimosso dall'incarico e Goodman lo accusa di slealtà e tradimento, chiudendo definitivamente ogni tipo di rapporto con il suo ex pupillo. Uno dei primi incarichi di Lee in veste di editore è quello di fronteggiare la crisi di vendite dei primi anni 70. Adottando una strategia cara a Goodman, Stan inonda il mercato di nuove testate per conquistarsi maggiore spazio e visibilità nelle edicole. Sull'onda del discreto successo delle riviste Warren, Creepy e Vampirella, il "Sorridente" decide di puntare anche sulle riviste in bianco e nero. Si lancia perfino nel fumetto underground con la rivista Comix Book, affidata a Denis Kitchen. Tuttavia, queste iniziative hanno vita breve e dipingono un Lee carente sotto l'aspetto amministrativo e commerciale. Intanto Stan si trasferisce con la famiglia in un condominio di Manhattan, lasciando la villa di Long Island.



Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com