Home

I Cavalieri che fecero l'impresa

Davide e Golia

Quando il Ragno non c’è

Fumetti per tutti

Ragno Vendicatore

Tutte pazze per spidey

Avversari sinistri

Marvel Horror!

Gatta nera, Ragno bianco

Spider-man and friends

I grandi classici di Spider-Man

Dal Canada con furore

Viaggio nel fantastico

I primi passi

DEDICATO AD ANDREA CORNO (1937-2007)

Il ’68 di Spider-Man

Il ritorno della Donna Ragno

Elegia

L'amichevole Uomo Ragno di quartiere

Spider-Man: Amazing Spider-Man 50

Spider-Man: Ups and Downs

Excelsior!

Spider-Man India!

Spider-Man Collection

400 Ma non li dimostra

The Manhattan Project

Spidey Made In Italy!

LA New York di Peter Parker

The Spectacular Spider-Man

The Amazing Spider-Man

L'arrampica-
muri più venduto del mondo


L'Uomo Ragno in pillole

Di tutto un po'

L'Uomo Ragno su MTV





EXCELSIOR!
Vita, imprese e tribolazioni di Stan Lee, un mito dei nostri giorni! a cura del "Gioviale" Giuseppe Guidi

  1. Infanzia e adolescenza di Stanley Martin Lieber
  2. La Golden Age
  3. La crisi degli anni 50
  4. La nascita della Marvel
  5. La creazione di un mito
  6. L'esperienza West Coast


Infanzia e adolescenza di Stanley Martin Lieber

Prima di iniziare a parlare della sua gesta, è bene chiarire un paio di concetti: Stan Lee non ha creato i Fantastici Quattro, l'Uomo Ragno e gli altri celebri personaggi Marvel. Li ha co-creati, insieme ai suoi formidabili artisti e collaboratori. E il suo più grande merito non è quello di aver inventato i supereroi, ma di aver rilanciato in modo rivoluzionario un genere ormai superato e in decadenza. Stanley Martin Lieber nasce il 28 dicembre 1922, oltre un decennio prima dell'alba del comic book americano. I suoi genitori, Jack e Celia Lieber, sono una coppia di immigrati romeni ebrei residenti a New York City, all'angolo tra la 98a strada e la West End Avenue. Il padre è sarto, la mamma casalinga. La Grande Depressione lascia Jack senza lavoro e le difficoltà economiche spingono la famiglia a trasferirsi in un modesto appartamento nel Bronx. Quando Stan ha otto anni nasce Larry, suo fratello, con il quale troverà modo di collaborare nel mondo del fumetto.

L'infanzia di Stan è dunque difficile. I soldi scarseggiano e i genitori litigano in continuazione. Jack è un tipo severo ed esigente con i figli, mentre la madre è premurosa e permissiva. Il ragazzo cerca rifugio nei pulps (riviste di racconti popolari dal basso costo) nei libri e nel cinema. Si innamora quindi della prosa di William Shakespeare. Afferma Lee: "Non ne capivo molto bene il senso, ma adoravo le parole e il loro ritmo". La sua passione per il Grande Bardo riaffiorerà negli anni 60, nelle speculazioni filosofiche di Silver Surfer e nei dialoghi elisabettiani di Thor.

Vista la precaria economia familiare, Stan inizia a fare lavori part-time durante il liceo. I suoi interessi e le sue attività sono infinite. Vulcanico ed estroverso, assume la carica di direttore pubblicitario della rivista letteraria della scuola. Un giorno, nella redazione della rivista, si arrampica su una scala per scrivere sul soffitto: " Stan Lee è Dio". È la prima volta in cui usa il suo pseudonimo. Nel 1939 si diploma con l'aspirazione di diventare uno scrittore. Robbie Solomon, fratello della madre, ha un'idea. portarlo a lavorare con lui alla casa editrice Timely Publications, tanto più che il proprietario, Martin Goodman è un parente. Una mattina del 1940, Stan si presenta negli uffici Timely del McGraw-Hill Building sulla West 42nd Street. La Timely pubblica fumetti, tra cui una testata molto promettente, CAPTAIN AMERICA COMICS, che arriverà a vendere un milione di copie al mese. I suoi autori, Joe Simon e Jack Kirby, rispettivamente editor e art director della casa editrice, hanno bisogno di un assistente, una sorta di fattorino tuttofare, magari anche in grado di scrivere qualche piccolo testo. La paga è di otto dollari alla settimana. Non è molto ma è un inizio.



Acquista L’UOMO RAGNO nel nostro Shop Online


Vai...

PANINI COMICS SITES

Paninicomics.it
Paninicomics.com
Panini.it
Paninigroup.com